Le nostre News

15-11-2018 18:34:28 21 e 23/11/2018: incontro distrettuale e manifestazione nazionale

La Giunta UCPI ha deliberato quattro giorni di astensione dall’attività di udienza e da ogni altra attività giudiziaria del settore penale (con le esclusioni dettate dalle regole del codice di autoregolamentazione e della sentenza della Corte Costituzionale 180/2018) per il periodo 20-23 novembre p.v..
Il momento è davvero critico: il Governo accelera verso l’approvazione del disegno di legge in materia di misure di contrasto dei reati contro la P.A., nel quale è stato inserito un emendamento per la sostanziale abrogazione della prescrizione dopo la sentenza di primo grado. Un attacco diretto non solo a principi costituzionali quali la ragionevole durata del processo e la presunzione di non colpevolezza, ma anche a ogni regola di razionalità se è vero - come è vero (dati ministeriali alla mano) - che la grande maggioranza delle prescrizioni si consuma prima della celebrazione del processo.
Vi è stata, inoltre, la recente approvazione del Disegno di Legge in materia di legittima difesa, con la previsione di una illusoria limitazione dello spazio di valutazione concesso al giudicante sulla sussistenza del proporzione tra difesa e offesa. Ed ancora, vi è stata l’approvazione in Senato della legge di modifica del giudizio abbreviato, con mortificazione dell’originario intento deflattivo, in aperta contraddizione con la possibilità di velocizzare i giudizi.
Infine, il Senato della Repubblica ha approvato il c.d. “Decreto Sicurezza” ricorrendo addirittura al voto di fiducia, così limitando il contraddittorio e l’approfondimento proprio in un settore delicatissimo afferente la protezione umanitaria e, in senso ampio, la libertà personale.
Per rafforzare la protesta contro questi attacchi al Giusto Processo e alle garanzie di libertà degli individui, che si attuerà con l’astensione, a livello nazionale e locale sono state organizzate iniziative che mirano soprattutto ad ottenere visibilità presso l’opinione pubblica, sollecitando un movimento di pensiero contrario a questa svolta autoritaria, per far comprendere che si tratta di temi che riguardano i diritti fondamentali delle persone e non di cavilli da azzeccagarbugli.
La Camera Penale della Lombardia Orientale ha indetto, a questi fini, un incontro pubblico per il giorno 21 novembre 2018, alle ore 10.00, presso la Sala del Mutuo Soccorso, in Bergamo, via Zambonate n. 33. Sono stati invitati i parlamentari eletti nel nostro distretto.
Si terrà invece a Roma, il 23 novembre, alle ore 10.00, presso il Teatro Manzoni in via Monte Zebio n. 14/c, la manifestazione nazionale organizzata da UCPI “in difesa della Costituzione e dei diritti della persona”: v. locandina allegata.
E’ auspicabile una folta partecipazione ad entrambi gli eventi da parte di tutti noi, affinché alla Politica giunga chiaro il messaggio: i penalisti non sono disposti ad arretrare di un passo sui temi dei diritti e delle garanzie.